Archivi categoria: Bologna

DOMENICA 8 FEBBRAIO ALLE ORE 15 ALESSANDRO DI BATTISTA SARA’ AL BANCHETTO RACCOLTA FIRME DI BOLOGNA

Standard

10900063_781548451880378_8890327365398981488_o

10984489_744903792245817_6504247786212982189_n

1507707_656419944470073_5168401746100418322_n

Se la stampa dedicasse la stessa attenzione che dedica ai fuoriusciti M5S anche ai “fuoriusciti” del PD o di FI, quelli che “fuoriescono” dalle Istituzioni per andare in carcere, questo Paese sarebbe molto diverso.

Oggi ne hanno arrestato un altro. Il sindaco di Gioia del Colle (area PD) è stato arrestato per una mazzetta di 100.000 euro sulle case popolari. La settimana scorsa è finito in manette Giuseppe Pagliani, FI, consigliere comunale e provinciale di Reggio Emilia. Motivo? ‘Ndrangheta!

Leggendo i giornali pare che ogni problema in Italia sia colpa nostra, strano che arrestino sempre gli altri.

Un paese sano si costruisce sulle basi della legalità e dell’onestà. E’ scoppiato lo scandalo ‘ndrangheta in Emilia-Romagna. Per questo sabato e domenica saremo a Modena, Reggio Emilia e Bologna. Venite a darci una mano. Non possiamo lasciare l’Italia alle cosche!

Alessandro Di Battista

“La magistratura ha aperto un altro filone di indagini per turbativa d’asta negli appalti per EXPO: è la miglior passerella per Renzi, Lupi e Sala che saranno a Milano sabato per “Expo per le Idee“. Avevamo anticipato ampiamente che la manifestazione si sarebbe nutrita di corruzione, tangenti, denaro pubblico mal speso e malaffare. Il sostegno acritico all’esposizione universale di questa classe politica è stato unanime, si meritano un applauso. Concordiamo con le parole di Raffaele Cantone, sui commissari che valutano gli appalti: “Bisogna fare una valutazione a monte, creare degli albi con controlli sui soggetti sennò finiamo con il mettere i pedofili negli asili“. Più volte abbiamo sottolineato la stranezza della presenza di persone indagate all’interno delle commissioni valutatrici (come ad esempio il signor Bellomo della Commissione nazionale Via che ha espresso parere favorevole alla realizzazione di autostrade lombarde), denunciandola nelle sedi opportune. Come al solito se ne sono accorti troppo tardi. Expo sarà la vetrina dell’eccellenza politica italiana: corruzione, infiltrazioni mafiose e sperpero di risorse pubbliche. I cittadini italiani non meritano questo danno e purtroppo pagheranno di tasca loro questa grande prova di eccellenza voluta, progettata e perpetrata da questa classe politica.”

I portavoce del MoVimento 5 Stelle della Lombardia

Annunci

LA TESSERA PD COME QUELLA DELLA COOP….

Standard

images

Nell’attesa di scoprire se gli iscritti verranno o meno coinvolti per l’elezione del nuovo segretario provinciale, il Pd ha avuto un’idea: perché non garantire al militante sconti nei musei, nei cinema e nei teatri comunali? Il tesserato storico, al pari dell’ultimo arrivato, verrebbe così ricompensato: con un bel pacchetto di agevolazioni come un qualsiasi socio Coop. Il proposito è venuto in mente alla responsabile culturale del Pd bolognese Isabella Angiuli. Prima ne ha discusso con gli iscritti alla newsletter «Forum Cultura» dei democratici, poi ha promesso di riparlarne lunedì 19 in un apposito incontro dove spunta la richiesta di poter stipulare «convenzioni per tesserati Pd con teatri, musei, cinema, altri enti e istituzioni della cultura».

Angiuli si è infatti posta una domanda, finita nero su bianco in una mail inviata al partito: «Cosa fa il Pd in ambito culturale per i propri iscritti?». Proporre delle politiche che possano rendere la cultura accessibile a tutti? Oppure promuovere eventi gratuiti aperti a tutta la cittadinanza? Oppure ancora, in anni di crisi, incalzare sempre più Comune e Regione affinché la cultura non sia un lusso per chi ha perso un lavoro o non riesce a trovarlo? La quarta ipotesi è quella preferita dalla Angiuli: firmare convenzioni con i più importanti enti culturali della città che permettano all’iscritto Pd di spendere meno rispetto agli altri cittadini. «Come discusso con voi provvederò a fare richiesta di convenzione per iscritti Pd con Emilia Romagna Teatri, con il Teatro Comunale e con la Cineteca di Bologna per ottenere uno sconto pari a quello previsto da altre convenzioni (tipo Coop, Feltrinelli, ecc.)».

Insomma, mentre Pd e cooperative si sbracciano in lungo e largo per convincere l’opinione pubblica che non esistono intrecci illegittimi tra politica e imprenditoria, la responsabile culturale di via Rivani non ha timore a chiedere che l’iscritto al partito democratico possa usufruire degli stessi sconti di un socio Coop. E non solo per le strutture comunali, come si intuisce continuando a leggere la mail: «Intendo valutare con altri enti, tipo l’Arci, la possibilità di estendere alcune convenzioni già in essere per i propri soci». Raggiunta al telefono, la Angiuli racconta con entusiasmo la sua intuizione: «È una proposta concreta e innovativa, che guarda ai giovani, già ben accolta nel forum culturale del partito». Chi le farà notare che in questo modo un iscritto al Pd gode di un privilegio ad hoc, riceverà questa risposta: «Nulla toglie che anche gli altri partiti possano fare lo stesso ». Certo. Angiuli non è nemmeno preoccupata del rischio che qualcuno decida di iscriversi più per convenienza che per convincimento politico. Dopo un veloce calcolo, è facile capire come con soli tre spettacoli all’Arena del Sole (uno dei teatri che rientrerebbe nel pacchetto allo studio dei democratici), il militante può ripagarsi la tessera che oggi costa 15 euro. Ma questo, precisa la Angiuli, «non è uno sconto per far la spesa alla coop. Tutto quello che fa aumentare il livello culturale deve essere motivo di interesse. Stiamo parlando di valori». O di soldi.

Corriere della Sera – edizione di Bologna – 10 gennaio 2015

LA “POLITOLOGA” CHE VIENE DALLA SOCIETA’ CIVILE… DEL PD

Standard

gualmini-la7-586x328

È pronta la nuova giunta dell’Emilia Romagna. Il presidente Stefano Bonaccini ha annunciato in conferenza stampa i nomi, fra cui spicca quello di Elisabetta Gualmini, moglie, guarda caso, dell’ex deputato del Pd Salvatore Vassallo. Il Fatto Quotidiano riporta che la nomina sarebbe arrivata in seguito a pressioni del presidente stesso Bonaccini:

In tutto cinque uomini e cinque donne, tra conferme e new entry, e sorprese. Prima tra tutte quella di Elisabetta Gualmini, presidente dell’Istituto Cattaneo nonché moglie dell’ex deputato Pd Salvatore Vassallo, nominata vicepresidente con delega al Welfare. La politologa era entrata nel totonomi nei primissimi giorni dopo il voto, ma poi era stata lei stessa a sfilarsi: “Il mio posto è nell’Istituto Cattaneo” aveva detto in riferimento all’Istituto di cui è presidente. L’ipotesi sembrava quindi tramontata. Nelle ultime ore il dietrofront, dovuto anche alle pressioni di Bonaccini, intenzionato a calare la carta dell’esponente della società civile. Resta quindi da vedere se nei prossimi giorni Gualmini abbandonerà la guida del Cattaneo.”Deciderà lei” si è limitato a dire per ora Bonaccini. Sottosegretario sarà invece il reggiano Andrea Rossi“.

Elisabetta Gualmini di mestiere fa la politologa, è la stessa che quando gli “angeli del fango” del Pd se la presero con Grillo a Genova disse in studio da Santoro: “Grillo, l’uomo della protesta, è diventato lui stesso oggetto della protesta“, sì quella del Pd però.

E ancora, commentando l’episodio della contestazione a Paola Taverna a Tor Sapienza, da parte di cittadini, candidati con il Pd, anche in quel caso:

Oggi Salvini molto più di Grillo è percepito come uomo fuori dal Palazzo, fuori dalle istituzioni. Grillo si è istituzionalizzato, viene già percepito come vecchio.Basta guardare quello che è successo a Paola Taverna quando è stata cacciata da Tor Sapienza, un fatto che mi ha molto colpito“.

Insomma, questi sono i politologi che parlano nei talk show e insegnano scienze politiche in Italia…..

TU LI VOTI , E LORO TI RINGRAZIANO; INQUINAMENTO A BOLOGNA, MIGLIAIA DI RIFIUTI TOSSICI: Il Servizio di REPORT – Rai

Chat

INQUINAMENTO A BOLOGNA, MIGLIAIA DI RIFIUTI TOSSICI: 

Protagonista l’HERA, una delle più grandi municipalizzate del paese.

Il tema sarà approfondito dalla trasmissione Report RAI3

Domenica 16 novembre ore 21.45

QUI il promo dell’inchiesta:  PROMO RAI

Segnalo un video sul tema dell’ex consigliere regionale del M5S Defranceschi

http://www.youtube.com/watch?v=zlaULU6GyNU

SEGNALIAMO ANCHE che il Comitato Acqua Bene Comune ha organizzato…..

MANIFESTAZIONE- PRESIDIO SABATO 15 novembre alle ore 15

davanti alla sede di HERA a Bologna in Viale Berti Pichat

Rai REPORT HERA

 

Ci vediamo tutti a Bologna!

Chat
Ci vediamo tutti a Bologna!

image

RAGAZZI…..APPUNTAMENTO IMPORTANTE DA NON PERDERE…..

“Ci troviamo mercoledì 4 giugno alle ore 19.00 a Bologna in via Emilia Levante 6 presso il Circolo Mazzini
per abbracciarci, conoscerci, brindare e parlare delle prime mosse nei comuni
(capogruppo, presidenti di commissione, statuti, regolamenti….).
Non sarà certamente una scuola di politica, ma un semplice confronto informale tra cittadini
divenuti portavoce che lavorano per il territorio.
L’incontro è rivolto agli eletti, ma come sempre aperto a tutti.
Sono particolarmente benvenuti gli attivisti locali che lavoreranno con i neo consiglieri.”

Incontro NEO ELETTI

Wednesday, Jun 4, 2014, 7:00 PM

circolo Mazzini
via e. levante 6 Bologna, BO

51 Iscritti Went

Dal 26 maggio in tantissimi Comuni sono entrati cittadini a 5 stelle che porteranno onestà, trasparenza, buon senso e si faranno portavoce di altri gruppi di cittadini.Ci troviamo mercoledì 4 giugno alle ore 19.00 a Bologna in via Emilia Levante 6 presso il Circolo Mazzini per abbracciarci, conoscerci, brindare e parlare delle prime mosse nei comu…

Check out this Meetup →