Archivi categoria: costituzione

“CATTOLICI” DEL PD: DOVE SIETE FINITI ?

Chat

12241340_787992211312845_4340861556506057794_n

Anche Famiglia Cristiana (non proprio un giornale eversivo) chiede al Ministro Pinotti (Ministro della Difesa, PD) se “sia davvero legale vendere armi all’Arabia Saudita”.

I sauditi, indicati da tutti come sostenitori indiretti dei fondamentalisti, stanno bombardando da mesi i ribelli sciiti in Yemen. Ovviamente questi bombardamenti hanno già prodotto migliaia di vittime civili (di cui 830 tra bambini e donne).

Ebbene sono state trovate bombe di fabbricazione italiana in Yemen. La Pinotti dice che è tutto regolare e che l’Italia vende armi a norma di legge. Eppure l’Italia nel 1990 si è dotata di una buona legge, la 185, che vieta espressamente le esportazioni di tutti i materiali militari e loro componenti verso i Paesi in stato di conflitto armato.

Il PD al posto di attaccare ogni giorno il M5S si muovesse! Vanno bloccate immediatamente le forniture di armi a tutti gli sceicchi.

I sauditi stanno comprando mezza Europa ma l’interesse nazionale e la sicurezza degli italiani è più importante degli affari che si fanno con i sistemi d’arma.

Alessandro Di Battista

12274333_802464686548312_2048470158313917198_n.png

L’HA DETTO IL PAPA SABATO SCORSO

“Oggi si dice che tante cose non si possono fare perché manca il denaro. Eppure il denaro c’ è sempre per fare alcune cose e manca per farne altre. Ad esempio il denaro per acquistare armi si trova, per fare le guerre, per operazioni finanziarie senza scrupoli, si trova. Di questo solitamente si tace; si sottolineano molto i soldi che mancano per creare lavoro, per investire in conoscenza, nei talenti, per progettare un nuovo welfare, per salvaguardare l’ambiente.

Il vero problema non sono i soldi, ma le persone: non possiamo chiedere ai soldi quello che solo le persone possono fare o creare. I soldi da soli non creano sviluppo, per creare sviluppo occorrono persone che hanno il coraggio di prendere l’iniziativa”.

Annunci

Non si dialoga con chi finanzia il terrorismo

Chat

renziarabia

foto: Renzi con il Principe ereditario e Ministro dell’Interno dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Nayef, durante la sua visita a Riad l’8 e il 9 novembre.

serracchianibugiarda

Il Pd non ha paura di Grillo. Piuttosto: gli italiani hanno paura del M5S? Perché li ho ascoltati in tv, ho sentito dire che per risolvere le drammatiche vicende di questi giorni bisogna dialogare con l’Isis, tagliare i fondi alla Difesa per finanziare il reddito di cittadinanza e riaprire l’ambasciata in Siria. Vi sembrano risposte all’altezza del problema?Debora Serracchiani, vicesegretario Pd.
La Serracchiani ha problemi di udito, o di intelletto, o più semplicemente segue la linea del suo partito di dire sempre e comunque il contrario della verità. Il M5S in Tv, sul blog, su Facebook, nelle piazze ha detto che per eliminare l’ISIS bisogna togliergli la benzina, troncare tutti i finanziamenti che gli arrivano dai Paesi amici dei terroristi tra cui l’Arabia Saudita che il Bomba ha incontrato qualche giorno fa.

Il M5S ha ribadito che bisogna smettere di armare questi Paesi mentre la scorsa settimana è partito dalla Sardegna un carico di bombe per l’Arabia Saudita e il governo ha venduto armi al Kuwait (altro Paese colluso con i terroristi) per miliardi di dollari. E’ necessario inoltre togliere le sanzioni alla Russia e potenziare le risorse per la sicurezza e per l’intelligence, come richiesto dal M5S in Parlamento tramite un emendamento bocciato dal Pd. Per finanziare il reddito di cittadinanza sono previsti tagli alla spese inutili degli armamenti, come gli F35. Gli italiani non hanno paura del M5S, ma di un governo incapace ed inetto che si concentra sugli avversari politici anzichè su come fronteggiare l’emergenza terrorismo.

Serracchiani, sturati le orecchie.

GLI ASSENTEISTI E GLI “STATISTI”…

Chat

12038950_911889442224730_4110899759667242341_o

Giusto condannare gli impiegati assenteisti.
E gli “onorevoli” che votano per i colleghi assenti?

A Sanremo timbravano i cartellini in mutande, poi tornavano a casa. Oppure se ne andavano al bar, al mercato, a far gite in canoa. Timbravano anche più cartellini per volta, per i colleghi assenti. Il Paese, com’è giusto che sia, insorge. Insorgono i cittadini, le istituzioni. Insorgono anche i partiti, e gli “onorevoli”.

Quegli stessi “onorevoli” che in aula votano per i colleghi assenti, o infilano palline di carta dentro i dispositivi di voto, per risultare votanti durante una schiforma costituzionale, intascare il gettone di presenza e scappare via per dedicarsi ad altro.
Il Movimento 5 Stelle denuncia da sempre questa vergogna. Ma da Grasso e Boldrini non è mai arrivato alcun provvedimento disciplinare. Anzi, sospendono noi perché osiamo pronunciare la parola “onestà”. E intanto questi statisti sono ancora al loro posto.

Vito Crimi

#NoAlleVostreGuerre

Chat

CQs2woJWcAA5ndE

L’Italia bombarderà l’Iraq in funzione anti Isis. E’ un’azione di guerra e come tale dovrebbe essere discussa e approvata dal Parlamento, non in modo autonomo da un governo prono alla Nato. Vale la pena di ricordare che, solo qualche giorno fa, i caccia della Nato hanno bombardato per più di mezz’ora il centro traumatologico di Medici Senza Frontiere a Kunduz City,sono state uccise oltre venti persone tra cui tre bambini. Secondo Medici senza frontiere (Msf) ci sono tra le vittime: otto infermieri, tre medici, sei guardie di sicurezza e un farmacista.

L’Alto commissario delle Nazioni Unite (ONU) per i diritti umani, Zeid Ràad al-Hussein, ha definito il bombardamento un atto “assolutamente tragico, ingiustificabile e possibilmente anche criminale“. Il portavoce delle forze armate americane in Afghanistan, Brian Tribus, ha ammesso che l’attacco “potrebbe avere causato danni collaterali ad una struttura medica della città”. Il governo di Kabul ha dichiarato che nell’ospedale erano nascosti 10-15 talebani. Sia Msf (che ha lasciato definitivamente Kunduz City) che il portavoce dei talebani hanno negato tale presenza. Siamo arrivati al paradosso che per aiutare i profughi (a casa loro, sic) li stiamo bombardando. Francia, Nato, e Russia stanno giocando al tiro a bersaglio. L’Italia deve rivedere il suo ruolo nella Nato.

L’Italia non può entrare in guerra senza che prima non ci sia stato un dibattito parlamentare, un’approvazione da parte del Parlamento e un’approvazione da parte del Presidente della Repubblica. Mattarella dove sei? Pacifisti con le bandiere arcobaleno dove siete finiti? A girare le frittelle con Verdini e il Bomba (in nomen omen) alle feste dell’Unità?

I NUOVI PADRI COSTITUENTI DI RENZI…

Chat

12079701_10153496180880813_5097304186019769858_n

Perché ci meravigliamo? Dobbiamo iniziare a considerarli per quello che sono, dobbiamo smetterla di sperare che non siano degli ipocriti.
Dicevano di tenere alla nostra salute, ma a luglio hanno tagliato 2,3 miliardi di euro alla sanità, obbligandoci al pagamento di circa 200 esami diagnostici, tra cui le tac.
Si riempivano la bocca con la tutela delle donne, ma ai senarori D’Anna e Barani hanno dato solo 5 giorni di sospensione per i gesti sessisti contro Barbara Lezzi e Paola Taverna – ai deputati M5S inflissero 15 giorni solo per aver gridato alla Camera la parola “onestà”.

Io non mi meraviglio che il Pd di Matteo Renzi faccia queste cose. Io mi meraviglio di chi li vota ancora.
L’ipocrisia fa perdere credibilità alle istituzioni. Liberiamocene.

Luigi Di Maio

A questi due trogloditi, nonché macellai della costituzione, 5 giorni di sospensione per aver offeso con gesti sessisti una senatrice incinta.

A me 15 per aver osato gridare in aula la parola “onestà”. Vi sembra giustizia? Forse se avessi detto la parola “omertà” al posto di “onestà” mi avrebbero fatto sottosegretario del governo non credete?

La verità è che tutte le ingiustizie che subite tutti quanti vuoi al di fuori del “palazzo” noi le subiamo dentro. Viviamo le stesse vostre frustrazioni, siamo cittadini come voi e provano ogni giorno a trattarci come trattano voi, ovvero come stracci, come pietre che rotolano. Ma andremo al governo, ve lo prometto, e questi personaggi stomachevoli dovranno trovarsi un lavoro. A riveder le stelle!

Alessandro Di Battista