Archivi tag: ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Basta fango sul M5S #PdStaiSereno

Chat

pdstaisereno

Le elezioni si avvicinano ogni giorno che passa, non nel 2018 come dice il Bomba ma tra 6 mesi milioni di italiani saranno chiamati al voto per rinnovare 1.200 amministrazioni locali, tra cui quelle di Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli. La macchina del fango del PD contro il M5S si muove alimentata dalla loro paura di perdere. A ogni nuovo sondaggio che dà il M5S in crescita, corrisponde un attacco mediatico da parte del Partito Democratico. Più il M5S raccoglie consensi nel Paese, più il Pd si affanna per delegittimarlo.
I piddini, spaventati dalla presa di coscienza dei cittadini delle balle raccontate dal governo – testimoniata dal flop della giornata dei banchetti e dal calo degli iscritti Pd passati dagli 831.042 del 2009 ai 366.641 del 2014 con una diminuzione del 55% – infamano l’operato dei sindaci 5 Stelle per convincere che il MoVimento non è pronto a governare.

Loro che hanno governato per decenni il Paese, lasciato i Comuni in brache di tela e i bilanci in rosso, loro che hanno amministratori locali indagati e arrestati un po’ ovunque, se la prendono con chi onestamente e con coraggio ripulisce le città dal loro lordume.
Gli schizzi di fango sono diffusi quotidianamente dall’Unità, organo di partito sostenuto da soldi pubblici e i cui debiti vengono pagati dai cittadini italiani, e dalla batteria di polli parlamentari sempre pronti a rilasciare dichiarazioni in serie quando non sanno nemmeno di cosa parlano. Gli altri giornali come La Stampa e il Fuffington Post invece di verificare le notizie pubblicano per compiacenza e gonfiano questa bolla mediatica fatta di menzogne. Ma è inutile: la verità è sotto gli occhi di tutti. Nonostante tutti i vostri sforzi non vi crede più nessuno. Il fango sul M5S è inutile, spargerlo vi fa perdere tempo, sonno e salute. Non agitatevi, gli italiani hanno il potere di mandarvi a casa e far governare i cittadini onesti.#PdStaiSereno: è la democrazia.

Diglielo anche tu su Twitter!

Annunci

A Livorno si volta pagina #NonPagoPerIlPd

Chat

12308572_1022956844422871_7163627502988926050_n

“E’ stata dura ma ce l’abbiamo fatta!
Il consiglio Comunale di Livorno ha approvato l’atto di indirizzo per il concordato preventivo per l’Aamps. Stiamo finalmente per voltare pagina rispetto alla gestione disastrosa del Partito Democratico che ha creato un buco di Bilancio di 42.000.000 di Euro.
Il Pd ha costruito un’azienda in cui lo spazzamento è affidato ad una ditta esterna.
In cui c’e’ un operaio ogni 4 lavoratori.
In cui sono stati capaci di inventarsi la figura del “superquadrocoordinatore“.
Figura che non esiste nel resto d’Italia.

Insomma oggi a Livorno si supera l’era dei carrozzoni di partito.
Tramite il concordato preventivo i privilegi saranno azzerati, gli operai manterranno il loro posto di lavoro, l’azienda sarà finalmente sanata e saranno garantiti i servizi ai cittadini. A partire dal reddito di citadinanza comunale che lanceremo nei prossimi giorni.
In alto i cuori.”

Filippo Nogarin, sindaco M5S Livorno

A Livorno si sta diffamando l’operato del sindaco M5S Filippo Nogarin perché vuol mettere mano all’ennesimo carrozzone de sinistra supportato dalla stampa de sinistra la municipalizzata AAMPS gestita in toto dal sindacato CGIL. Questo carrozzone ha accumulato debiti per 42 milioni di euro che si vorrebbero completamente ripianati dal Comune a detrimento di spese sociali che sarebbero tagliate. Nogarin ha chiesto il concordato preventivo che consentirebbe di salvare la maggior parte dei posti di lavoro e di accertare le responsabilità del “buco“.
L’AAMPS esternalizza il servizio di spazzamento, ma è riuscita a creare la figura del “superquadrocoordinatore“, unica in Italia. Le municipalizzate sono la mangiatoia di partiti e sindacati, ma la festa sta finendo.

Alessandro Di Battista, portavoce Camera dei deputati:
“I sindacati stanno protestando per garantire i privilegi di chi in Aamps, la municipalizzata ambientale del comune di Livorno, non ha mai preso in mano una scopa. Gli operai, quelli veri, sono strumentalizzati dai sindacati, perchè i loro posti di lavoro non saranno toccati. A loro chiediamo di rimuovere i rifiuti dalle strade, i cittadini di Livorno non si meritano questo trattamento. In Aamps gli operai sono la minima parte dei lavoratori, basti pensare che anche il servizio di spazzamento, il livello base di ogni azienda di igiene ambientale, e’ esternalizzato. Nell’azienda non esiste neanche un ufficio del personale perchè la gestione e’ tutta in mano ai sindacati. Col concordato preventivo tutti i privilegi saranno azzerati. Ecco il vero motivo della protesta. Siamo di fronte al tipico carrozzone foraggiato da anni e anni di malapolitica fiancheggiata dai sindacati. Col M5S si volta pagina”.

Luigi Di Maio, portavoce e vicepresidente Camera dei deputati:
Il Patto del Nazareno è vivo e lotta contro di noi. Pd e Forza Italia continuano a rimanere indissolubilmente legati, come abbiamo da sempre denunciato, per andare contro il MoVimento 5 Stelle. È veramente ridicolo come producano dichiarazioni in stile polli in batteria. La verità è che hanno fallito, ne sono consci e tentano di aggrapparsi al nulla. Situazioni come quella che si è verificata a Livorno sono il prodotto della loro politica che ingrossa i clientelismi attingendo alle tasche dei cittadini onesti. Pd e Forza Italia sanno che la municipalizzata non si occupa neanche di spazzare le strade? Sanno che sono stati anche in grado di inventarsi un ruolo, il `superquadro coordinatore`, che non esiste in Italia pur di ottenere scatti di carriera e aumenti di stipendio?. Come sempre -laddove ad amministrare arriva il MoVimento 5 Stelle deve costruire sulle macerie generate dai partiti. Ma sappiano che hanno finito il loro tempo, è ora che governino i cittadini onesti

Paola Taverna, portavoce M5S Senato
“Gli starnazzanti politici del Pd dovrebbero avere la decenza di stare zitti. Dopo aver condotto al disastro la municipalizzata ambientale di Livorno, adesso ci girano intorno come avvoltoi e fanno pure la morale. Quanto ritengono di essere credibili agli occhi degli italiani?Il Pd ha foraggiato il carrozzone Aamps a forza di malapolitica, il M5S non ha nessuna intenzione di continuare quest’opera. Il concordato preventivo, che è teso a salvaguardare soprattutto i posti di lavoro, è il primo passo per ristabilire le regole e tornare alla normalità dopo anni e anni di porcherie.”

 

QUANDO NELLE INTERCETTAZIONI PARLANO DI UNO DI NOI….

Chat

12088065_914444105258803_5163097298510027418_n

E’ ACCADUTO DI NUOVO
Hanno beccato la nostra vicesindaco M5S di Civitavecchia in un’intercettazione telefonica.

Dopo l’episodio che ha coinvolto 6 mesi fa il nostro Sindaco di Pomezia definito “incorruttibile” dai protagonisti di “Mafia Capitale”, adesso è la volta della nostra vicesindaco di Civitavecchia DANIELA LUCERNONI, definita dai faccendieri della cricca del litorale laziale: “ASSOLUTAMENTE INCORRUTTIBILE”.

RICAPITOLIAMO

– nell’aprile 2013 il boss delle cooperative rosse Salvatore Buzzi, al telefono, confidava le sue preoccupazioni all’ex Nar Massimo Carminati: “Grillo ha distrutto il Pd, noi non ci stiamo più”. Il rischio era che la cricca di Mafia Capitale, con il successo dei 5 Stelle, non riuscisse più a stringere affari con la politica, perché finalmente si era affermata una forza al di sopra delle parti, fatta di cittadini puliti, trasparenti. In una parola: incorruttibili.

– a giugno 2015 la conferma. “Su Pomezia non abbiamo alcuna protezione, il sindaco è incorruttibile”, diceva ancora, Salvatore Buzzi, commentando l’integrità del primo cittadino M5S del comune alle porte di Roma, Fabio Fucci.

– OGGI è invece un altro esponente M5S a mostrarsi inalterabile, alieno a qualsiasi forma di quella criminalità che per anni ha affondato le radici nel vecchio sistema partitico. Il caso riguarda l’inchiesta sulle cooperative del litorale laziale. Quindi la solita spartizione di appalti, affidamenti diretti, mazzette e tangenti.
Le prime intercettazioni contenute nell’informativa della Guardia di finanza hanno mostrato il volto pulito del nostro assessore e vicesindaco di Civitavecchia Daniela Lucernoni. “E’ assolutamente incorruttibile”, si dicono, tra loro, i faccendieri.

Un’altra medaglia al valore, nonché la conferma che l’Italia si può cambiare: basta avere la schiena dritta. Non siamo eroi, siamo persone comuni e capaci, che hanno le qualità per risollevare questo Paese.
Siamo convinti che la miglior misura anticorruzione per questo Paese sia eleggere amministratori del Movimento 5 Stelle.

Luigi Di Maio

SIAMO PRONTI. METTETECI ALLA PROVA !!

Chat

12115843_790615937716180_4285232095201655483_n

I 4 CONSIGLIERI M5S DI ROMA: MARCELLO DE VITO – VIRGINIA RAGGI – DANIELE FRONGIA – ENRICO STEFA’NO

Nel 2010 il debito effettivo di Roma era di 10 MILIARDI e 65 MILIONI di euro, secondo la relazione fatta al Parlamento dal commissario al debito Varazzani.

Una cifra abominevole cresciuta sotto il centrosinistra e il centrodestra. Il Sole 24 Ore ha calcolato che sotto Rutelli c’è stato l’aumento maggiore: il debito è aumentato in media di 892.937€ al giorno. Quasi un milione di euro al giorno! Al secondo posto Alemanno (aumento medio 450.160€ al giorno) e al terzo Veltroni (416.476€).

Questo debito incredibile è stato PAGATO DA NOI cittadini!

Il nostro Presidente della Commissione sulla Revisione della Spesa ha trovato un miliardo di euro di sprechi e privilegi che ogni anno il Comune di Roma spende inutilmente.

Abbiamo un miliardo di euro di spese inutili da tagliare e investire finalmente in trasporti, scuole, strade, servizi sociali e tanto altro.
Metteteci alla prova.

Carla Ruocco

METTETECI ALLA PROVA

Chat

12109170_1038982086142796_7301206563861893519_n

12109140_1173724832644776_8838401638457106679_n

Roma 18/09/2015, assemblea nazionale della componente PD ' Campo Democratico '. Nella foto Matteo Orfini

Il Sindaco di Roma Ignazio Marino si è dimesso. Sapremo se il Comune è libero solo dopo l’esito delle prossime elezioni comunali. Sperando ci siano il prima possibile. Abbiamo un miliardo di euro da investire in servizi al cittadino.
Il Movimento 5 Stelle è stato in Campidoglio 28 mesi con 4 consiglieri comunali all’opposizione che hanno conosciuto a fondo la macchina amministrativa del Comune di Roma.
Il nostro Presidente della Commissione sulla Revisione della Spesa ha trovato un miliardo di euro di sprechi e privilegi che ogni anno il Comune di Roma spende inutilmente.
Abbiamo un miliardo di euro di spese inutili da tagliare e investire finalmente in trasporti, scuole, strade, servizi sociali e tanto altro.
Metteteci alla prova.

Luigi Di Maio

Il PD ha fallito e ‪#‎Marino‬, l’ex sindaco con il vuoto intorno è finito, altro che rimanere fino al 2023, va a casa oggi. Renzi vi dirà che è intervenuto in quanto “è venuta a mancare la fiducia”, tutte balle. Orfini e Renzi hanno cercato di tenere in vita un’amministrazione in coma, fregandosene che Roma stesse cadendo letteralmente a pezzi pur di non commissariare il Comune e andare ad elezioni.

Mafia Capitale, gli scandali di Atac, il funerale di Casamonica, le multe delle Ztl non pagate, viaggi avanti e indietro dagli Stati Uniti, lo scandalo degli scontrini e chi più ne ha più ne metta.
Il PD ha messo un mentitore seriale con “la badante” ad amministrare la capitale d’Italia.
Roma invece ha bisogno di un sindaco a 5 stelle.

Il PD è pronto per andarsene a casa. Il ‪#‎M5S‬ è pronto per governare

Giorgio Girgis Sorial