Archivi categoria: sindacato

E vissero tutti felici e contenti….

Chat

12512492_833550620090337_6880717315061708331_n

Annunci

Il mago #PolettiOtelma fa sparire i disoccupati

Chat

poletti_otelma

La disoccupazione non accenna a diminuire, dieci milioni di italiani sono poveri e sono in aumento, la situazione economica peggiora di giorno in giorno e gli italiani lo vivono sulla propria pelle nonostante le balle del governo rilanciate dai giornali continuino a dire il contrario. Il Jobs act non ha avuto alcun effetto se non quello di togliere diritti ai lavoratori aprendo le porte ai licenziamenti di massa anche per gli statali. La soluzione da mago da quattro soldi è quella di far sparire i disoccupati dalle statistiche. Una circolare del ministro PolettiOtelma ha stabilito che da ora in poi è sufficiente una autocertificazione per dichiarare il proprio stato di inoccupato, senza più l’obbligo di iscrizione ai centri per l’impiego. Ciò comporta la falsificazione delle statistiche sulla disoccupazione. L’Istat infatti usa i dati sui disoccupati forniti proprio dai Centri per l’Impiego: se non è più obbligatorio iscriversi per ottenere lo status di disoccupato, tali dati rispecchieranno il calo degli iscritti ai centri dell’impiego, e non quello dei disoccupati.
PolettiOtelma: il ministro col trucco.

A Livorno si volta pagina #NonPagoPerIlPd

Chat

12308572_1022956844422871_7163627502988926050_n

“E’ stata dura ma ce l’abbiamo fatta!
Il consiglio Comunale di Livorno ha approvato l’atto di indirizzo per il concordato preventivo per l’Aamps. Stiamo finalmente per voltare pagina rispetto alla gestione disastrosa del Partito Democratico che ha creato un buco di Bilancio di 42.000.000 di Euro.
Il Pd ha costruito un’azienda in cui lo spazzamento è affidato ad una ditta esterna.
In cui c’e’ un operaio ogni 4 lavoratori.
In cui sono stati capaci di inventarsi la figura del “superquadrocoordinatore“.
Figura che non esiste nel resto d’Italia.

Insomma oggi a Livorno si supera l’era dei carrozzoni di partito.
Tramite il concordato preventivo i privilegi saranno azzerati, gli operai manterranno il loro posto di lavoro, l’azienda sarà finalmente sanata e saranno garantiti i servizi ai cittadini. A partire dal reddito di citadinanza comunale che lanceremo nei prossimi giorni.
In alto i cuori.”

Filippo Nogarin, sindaco M5S Livorno

A Livorno si sta diffamando l’operato del sindaco M5S Filippo Nogarin perché vuol mettere mano all’ennesimo carrozzone de sinistra supportato dalla stampa de sinistra la municipalizzata AAMPS gestita in toto dal sindacato CGIL. Questo carrozzone ha accumulato debiti per 42 milioni di euro che si vorrebbero completamente ripianati dal Comune a detrimento di spese sociali che sarebbero tagliate. Nogarin ha chiesto il concordato preventivo che consentirebbe di salvare la maggior parte dei posti di lavoro e di accertare le responsabilità del “buco“.
L’AAMPS esternalizza il servizio di spazzamento, ma è riuscita a creare la figura del “superquadrocoordinatore“, unica in Italia. Le municipalizzate sono la mangiatoia di partiti e sindacati, ma la festa sta finendo.

Alessandro Di Battista, portavoce Camera dei deputati:
“I sindacati stanno protestando per garantire i privilegi di chi in Aamps, la municipalizzata ambientale del comune di Livorno, non ha mai preso in mano una scopa. Gli operai, quelli veri, sono strumentalizzati dai sindacati, perchè i loro posti di lavoro non saranno toccati. A loro chiediamo di rimuovere i rifiuti dalle strade, i cittadini di Livorno non si meritano questo trattamento. In Aamps gli operai sono la minima parte dei lavoratori, basti pensare che anche il servizio di spazzamento, il livello base di ogni azienda di igiene ambientale, e’ esternalizzato. Nell’azienda non esiste neanche un ufficio del personale perchè la gestione e’ tutta in mano ai sindacati. Col concordato preventivo tutti i privilegi saranno azzerati. Ecco il vero motivo della protesta. Siamo di fronte al tipico carrozzone foraggiato da anni e anni di malapolitica fiancheggiata dai sindacati. Col M5S si volta pagina”.

Luigi Di Maio, portavoce e vicepresidente Camera dei deputati:
Il Patto del Nazareno è vivo e lotta contro di noi. Pd e Forza Italia continuano a rimanere indissolubilmente legati, come abbiamo da sempre denunciato, per andare contro il MoVimento 5 Stelle. È veramente ridicolo come producano dichiarazioni in stile polli in batteria. La verità è che hanno fallito, ne sono consci e tentano di aggrapparsi al nulla. Situazioni come quella che si è verificata a Livorno sono il prodotto della loro politica che ingrossa i clientelismi attingendo alle tasche dei cittadini onesti. Pd e Forza Italia sanno che la municipalizzata non si occupa neanche di spazzare le strade? Sanno che sono stati anche in grado di inventarsi un ruolo, il `superquadro coordinatore`, che non esiste in Italia pur di ottenere scatti di carriera e aumenti di stipendio?. Come sempre -laddove ad amministrare arriva il MoVimento 5 Stelle deve costruire sulle macerie generate dai partiti. Ma sappiano che hanno finito il loro tempo, è ora che governino i cittadini onesti

Paola Taverna, portavoce M5S Senato
“Gli starnazzanti politici del Pd dovrebbero avere la decenza di stare zitti. Dopo aver condotto al disastro la municipalizzata ambientale di Livorno, adesso ci girano intorno come avvoltoi e fanno pure la morale. Quanto ritengono di essere credibili agli occhi degli italiani?Il Pd ha foraggiato il carrozzone Aamps a forza di malapolitica, il M5S non ha nessuna intenzione di continuare quest’opera. Il concordato preventivo, che è teso a salvaguardare soprattutto i posti di lavoro, è il primo passo per ristabilire le regole e tornare alla normalità dopo anni e anni di porcherie.”

 

IL PD E’ SOLO AL SERVIZIO DI CONFINDUSTRIA E NON E’ PIU’ DI SINISTRA

Chat

papignani_bruno_555

Buongiorno a tutti a chi mi vuole bene e a chi mi vuole male!

Leggendo la rassegna stampa di questa mattina debbo sottolineare 3 cose per me fondamentali:
1) non prendo ordini da nessuno se non da quello che sento come cosa giusta da fare e da dire, poi ovviamente ascolto più di altri i lavoratori e sto sempre a quello che loro decidono, non cerco ripari futuri.
2) Al mio compagno e ammirato Segretario Regionale Generale della Cgil, ricordo che se ha ben letto, contrariamente ad altri non firmo appelli e non do indicazioni di voto, non ho tessere di partito in tasca da tanto tempo, dico solo quello che penso.
3) Al Politico Calvano, ricordo che lezioni dal PD non ne prendo, vengo da una lunga militanza del PCI, lui dal patto del nazareno e dall’alleanza con Alfano e Monti e anche se non lo sa, c’è una sostanziale differenza. Ma non sono quelli del PD a dire che parole destra e sinistra non hanno più senso e significato? Mi hanno convinto infatti sempre più si tratta di: alto ( tirannia moderna dove abita il PD) basso: dove c’è la gente e ci sono i lavoratori. Molti non hanno capito che ci vuole tempo , ma l’onda sta cambiando direzione ed il passato è passato, non c’è più, tanto meno il PD è l’erede della sinistra, ma è solo al servizio di confindustria in modo sciatto e spocchioso.

Bruno Papignani (Segretario FIOM Emilia-Romagna)