Archivio mensile:novembre 2014

Impedire la democrazia in Italia

Standard

As I please

Chomsky

di Noam Chomsky

un uomo: Noam, visto che ha parlato di come gli USA hanno osteggiato le democrazie popolari e sostenuto
organizzazioni di tipo fascista in Spagna e ad Haiti, vorrei ricordare che è successo anche in Italia, Francia,
Grecia e altri paesi occidentali nostri alleati dopo la guerra. Negli ultimi cinquant’anni c’è stata una lunga storia
di sabotaggi americani alla democrazia e di aiuto agli elementi fascisti anche nelle ricche società europee.
Esatto, infatti è stato questo il primo grande impegno postbellico degli Stati Uniti: distruggere la
resistenza antifascista in tutto il mondo per rimettere al potere organizzazioni più o meno fasciste, e
anche molti collaboratori del fascismo. È successo dappertutto: da paesi europei come Italia, Francia
e Grecia fino a posti come la Corea e la Thailandia. È il primo capitolo della storia del dopoguerra:
come abbiamo frantumato i sindacati italiani, francesi e giapponesi e sventato la concretissima

View original post 1.323 altre parole

COME SI VOTA

Standard

Nella sola giornata di domenica 23 novembre si vota per l’elezione del presidente e per il rinnovo dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna: i seggi sono aperti dalle ore 7 alle 23

L’elettore deve presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.

Per quanto attiene la modalità di voto, ciascun elettore può:

  • votare a favore solo di una lista tracciando un segno sul contrassegno; in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato presidente della Giunta regionale a essa collegato;
  • votare solo per un candidato alla carica di presidente della Giunta regionale tracciando un segno sul relativo rettangolo;
  • votare per un candidato alla carica di presidente della Giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste;
  • votare disgiuntamente per un candidato alla carica di presidente della Giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste.

L’elettore può esprimere nelle apposite righe della scheda, due voti di preferenza per un candidato a consigliere regionale, scrivendo il cognome (o il cognome e nome) del candidato o dei due candidati compresi nella stessa lista.

Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.

gibertoni2