L’ETICA DI RENZI….

Chat

fatto-quotidiano-matteo-renzi-300x236

La motivazione “etica”, addotta dai renziani per scaricare il tafazzico Marino, ha sempre fatto ridere. Ora se ne ha prova ulteriore (ma molte prove già esistevano, anche se spesso non sono state raccontate dai media). Grazie all’ennesima inchiesta di Davide Vecchi per il Fatto Quotidiano, si scopre che Renzi ha speso 1 milione di euro con la Visa dell’ente pubblico (soldi cioè dei cittadini) durante il quinquennio 2004/09 come Presidente della Provincia di Firenze. In soli pranzi e cene Renzi ha speso 600mila euro, spesso con ricevute meravigliose tipo “pasto unico 1850 euro”, che comunque – pensando al suo girovita da capodoglio pasciuto – pare una motivazione tutto sommato credibile. Non si sa ancora quanto Renzi abbia speso come sindaco nel periodo 2009/13, ma la Corte dei Conti sta indagando da più di un anno. Si sa intanto – lo racconta oggi al Fatto il suo ristoratore fiorentino di fiducia “Da Lino” – che le cene e feste con famiglia e amici le pagava sempre il Comune. Renzi e i suoi neanche passavano alla cassa, perché l’ordine era di passare tutto direttamente al Comune. Ecco: se Marino si è dimesso per le cene, Renzi per lo stesso motivo dovrebbe come minimo scappare su Marte. I soliti due pesi e due misure, prassi tipica dei renziani (e di tanti giornalisti). Ci dicano che il tafazzico e comicamente indifendibile Marino è stato sacrificato perché sgradito ai renziani e ormai a picco nei sondaggi, ma lascino stare l’etica: Renzi può parlare di morale come Donald Trump di cuoio capelluto. Non prendeteci ulteriormente in giro, su.

Andrea Scanzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...