IL SINDACO PD E IL BOSS DELL’NDRANGHETA

Standard

coffrini-pd

Il vicepresidente della commissione Antimafia, Claudio Fava, scrive al prefetto di Reggio Emilia e al presidente della Repubblica chiedendo lo scioglimento e il commissariamento del comune di Brescello con queste parole: “Le frasi del sindaco Coffrini (PD) sul boss Aracri non sono accettabili”
A questo proposito ci teniamo a ricordare a tutti quali furono qualche mese fa, su questo tema, le parole dell’attuale presidente della regione Bonaccini, allora segretario regionale del partito.
Copiamo e incolliamo da un articolo di stampa: Il segretario regionale del Pd Bonaccini non si sottrae ad un commento sul caso Coffrini, il sindaco pd di Brescello che ha definito Francesco Grande Aracri una ‘persona normale, gentile ed educata ’. “Mi auguro che chieda scusa – ha detto l’attuale candidato alla presidenza della regione – ogni tanto si può fare un errore ma è bene chiedere scusa”.
Se sono inaccettabili le parole di Coffrini, a noi paiono gravissime anche le parole di chi aveva ed ha un ruolo importantissimo nel partito democratico.
Sono proprio questi gli atteggiamenti di immensa superficialità e massimalismo che hanno consentito alle mafie di radicarsi senza particolari resistenze nel nostro territorio.
Per Bonaccini era sufficiente chiedere scusa, ma le persone oneste, normali e gentili delle scuse di Coffrini non se ne fanno nulla.

Max Bugani
Silvia Piccinini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...