“Così è se vi pare…(ma anche NO)”

Standard
“Così è se vi pare…(ma anche NO)”

20140410-122701.jpg

Denuncia del M5S VALSAMOGGIA

DENUNCIA;

Sulle pagine di Valsamoggia si sta consumando un dibattito che ci vede direttamente coinvolti con una posizione chiara e precisa.
Il dibattito è riferito alla comunicazione privata del candidato Sindaco Ruscigno che indicava l’accorpamento delle elezioni per il Consiglio Comunale insieme a quelle dei Consigli Municipali, previsti nello Statuto, approvati dalle vecchie amministrazioni ma che devono essere riapprovati o modificati dalla nuova amministrazione che verrà eletta il 25 Maggio.
Sulla composizione, le funzioni, i poteri, i modi di eleggere tali Consigli Municipali non vi è stato accordo tant’è che se li è votati la sola maggioranza.
Ora, a 20 giorni dalle presentazioni delle Liste elettorali, ci viene detto che invece di 16 candidati per il Consiglio possiamo candidarne altri 50 per i Consigli Comunali, previa la raccolta di circa 500 firme.
Alcuni partiti, per ora PD e Civicamente hanno già le squadre complete e certamente chiederanno di votare questi Consigli.
Noi, indipendentemente dalla formazione delle Liste, non siamo d’accordo su questa operazione decisa poche ore fa in base alla normativa approvata dal Parlamento definita Dalrio.
Non siamo d’accordo soprattutto perchè non condividiamo come sono stati pensati questi Consigli Municipali: fotocopie del Consiglio Comunale, eletti con un metodo che determina sempre una maggioranza, con compiti e poteri solo consultivi.
Votarli ora significa non poterli più cambiare in quanto una volta eletti non puoi “ricambiare” il sistema di nomina,
Noi proponiamo di sospendere queste votazioni, definire il Nuovo Statuto ed il Regolamento nel nuovo Consiglio Comunale, attivare la L.R. 3/2010 sulla partecipazione, creare un percorso condiviso con i cittadini e, definito questo andare al voto. Questo permetterebbe, la giusta calma, il giusto coinvolgimento dei cittadini sui temi locali (senza trascinamenti da Europee o Comunali), e la composizione di organi veramente utili ed al servizio dei territori e non organismi burocratici delegati che finirebbero come i vecchi Consigli di Frazione o di Circoscrizione.

Noi a questa operazione, forzata, imposta, al limite della correttezza istituzionale, diciamo NO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...